“Mai più tragedie nel Mediterraneo – 7 proposte per salvarci tutti” – Lettera aperta

Il MoVimento 5 Stelle, da sempre, si pone come obiettivo principale il superamento delle ideologie. Il tema dell’immigrazione è stato spesso utilizzato in modo propagandistico ed “elettoralmente utile” dai vari schieramenti politici. Riassumendo le diverse tendenze, possiamo trovare chi è per l’accoglienza indiscriminata di tutti e chi, al contrario, vorrebbe un’Italia chiusa ad ogni tipo di “intrusione”. Nell’ottica di giungere al superamento di questa visione riduttiva e semplicistica del tema in questione, il MoVimento 5 Stelle si è prodigato nella ricerca di una soluzione pragmatica del problema dei flussi migratori, rispettosa dei diritti umani e delle esigenze culturali, economiche e sociali di uno stato come l’Italia.

#salviamocituttiIl MoVimento 5 Stelle ha quindi formulato delle proposte concrete per fermare gli sbarchi illegali, ma soprattutto per salvare tutti: gli italiani, troppo spesso dimenticati, e i rifugiati, costretti a fuggire dalle loro terre di origine per arrivare in un Paese oramai allo stremo, soffocato da una classe politica impegnata a perseguire solo i propri interessi e incapace di offrire un futuro anche ai suoi concittadini.
Mai più tragedie nel Mediterraneo, mai più tensioni sociali.

Ecco le nostre proposte:

  1. Superamento della cosiddetta Convenzione di Dublino: un accordo che sfavorisce tutti, l’Italia poiché primo Paese d’approdo, e i migranti che non hanno alcuna intenzione di trattenersi nel nostro Paese. Tale convenzione prevede infatti che un migrante debba rimanere nel primo Paese di arrivo. E’ risaputo, invece, che i migranti si rechino nei paesi più ricchi come Germania e Svezia e frequentissimi sono gli episodi di autolesionismo pur di non farsi identificare; esseri umani disposti a bruciarsi le mani pur di non farsi identificare, questo ha creato la politica.
  2. Iniziative nei confronti dei Paesi di origine e di transito per contrastare le organizzazioni criminali che lucrano sul traffico di esseri umani; Il fenomeno degli scafisti è una causa del problema e le cronache recenti ci raccontano di tassisti del nord intenti a trafficare clandestini in Germania. Una misura efficace è la stipula di accordi bilaterali per il controllo delle tratte.
  3. Istituzione di quote massime di migranti per Paese, definite sulla base degli indici demografici ed economici, così da ottenere un’equa distribuzione tra gli stessi e favorire le logiche di ricongiungimento familiare, etnico, religioso e linguistico, fondamentali per una reale integrazione sociale.
  4. Istituzione di punti di richiesta d’asilo, finanziati dall’Unione Europea, anche al di fuori del territorio europeo e in collaborazione con le Nazioni Unite, per permettere, a chi ne ha diritto, di raggiungere i Paesi di accoglienza in modo sicuro e a noi di gestire le domande di protezione internazionale e di contenere il numero dei flussi migratori indistinti.
  5. Revisione di tutti i bandi interministeriali destinati alla prima accoglienza e alla gestione dei servizi connessi, con particolare riguardo ai criteri di spesa. Razionalizzare o bloccare i finanziamenti finché non ci saranno le idee chiare, magari togliendoli dal controllo delle cooperative rosse come il consorzio Sisifo già al centro di scandali come quello di Lampedusa dove i migranti venivano denudati e lavati con l’idrante.
  6. Trasferimento, a Lampedusa degli uffici dell’Agenzia Frontex e dell’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo, al fine di coordinare meglio le operazioni di salvataggio e assistenza ai migranti.
  7. Concessione di beni e servizi per le famiglie italiane in difficoltà per evitare tensioni tra italiani e migranti. Un Paese in crisi economica è meno tollerante e ricettivo, occorre garantire agli italiani le condizioni di benessere necessarie affinché vivano meglio le relazioni con i migranti.

Il MoVimento 5 Stelle ripudia la violenza in tutte le sue forme non solo perché la nostra Repubblica è antifascista per Costituzione ma anche perché lo spirito 5 stelle è incompatibile con qualunque azione politica che abbia a fondamento l’odio e la discriminazione.
Le politiche sull’immigrazione che la Lega Nord rivendica nelle piazze hanno dimostrato di essere antistoriche, antidemocratiche e inattuabili come dimostrano i 20 anni in cui si è alternata tra governo ed opposizione e nei quali non ha ottenuto nulla su questo tema se non diffondere l’odio ed il pregiudizio verso innocenti.

MoVimento 5 Stelle Lecco – Ballabio e Valsassina – Calolziocorte – Casatenovo – Colico – Galbiate – Mandello del Lario – Merate