Partecipazione, Democrazia Diretta e Trasparenza

Strumenti di Democrazia Diretta e partecipazione

Uno dei capisaldi della politica a 5 Stelle è la democrazia diretta. A nostro giudizio il dovere civico del cittadino non si esaurisce con il voto, troppo spesso inteso come “delega in bianco”. Il cittadino si fa istituzione quando partecipa attivamente alla vita politica del proprio Paese.
Per questo motivo promuoveremo la “cittadinanza attiva”, coinvolgendo i lecchesi nei processi decisionali e nelle scelte di governo della propria città.
Lo strumento di partecipazione privilegiato sarà quello del referendum, che sarà di tipo deliberativo propositivo e senza quorum. Tali strumenti non saranno consultivi ma vincolanti. Per l’iniziativa referendaria, sarà necessaria la raccolta firme, ma non il quorum di validità.

Modificheremo lo Statuto del Comune ed il suo Regolamento, a nostro giudizio assai carenti dal punto di vista degli strumenti partecipativi, semplificando l’iter ed il percorso per rendere lo strumento del referendum facilmente accessibile e pienamente esecutivo.
Nel Regolamento verrà prevista un’Assemblea Civica annuale in cui i cittadini proporranno e si confronteranno sulle diverse proposte. Tali proposte saranno sottoposte a votazione da parte dei cittadini, anche in alternativa tra loro, e le più votate saranno introdotte nel piano dei lavori e dei servizi.
L’effettiva attuazione e realizzo delle proposte e delle priorità sarà verificata, in contraddittorio, tra l’Amministrazione e una delegazione composta da cinque cittadini eletta nell’Assemblea Civica annuale. La durata di tale incarico sarà annuale, non rinnovabile, riservato ai soli cittadini lecchesi aventi diritto al voto, e con l’esclusione di coloro che già ricoprono incarichi Istituzionali o politici diversi.
Introdurremo i referendum vincolanti di quartiere per decisioni ad impatto ambientale e sociale specifiche di ogni rione.

Potenzieremo e miglioreremo i CTP facendoli diventare delle vere e proprie consulte di rione, favorendo e stimolando la partecipazione attiva dei cittadini.
Promuoveremo lo strumento del Consiglio Comunale aperto, in zone diverse della Città, con cadenza periodica e, nei mesi estivi, si svolgerà in piazza.

Il servizio di Wi-Fi gratuito verrà esteso a tutta la città.

Creeremo la Consulta dei Giovani, instaurando un confronto con le realtà giovanili coinvolgendole nelle decisioni che li riguardano direttamente.

Trasparenza

I nostri eletti sottoscriveranno la “Carta di Avviso Pubblico” onorandone gli impegni e le prescrizioni.
Riprogetteremo i canali e le piattaforme telematiche con cui il cittadino si interfaccia con l’Amministrazione. Introdurremo l’obbligo di una rendicontazione trasparente e pubblica per tutti quei soggetti (Associazioni, Comitati promotori di eventi, Consorzi, ecc…) che percepiscono a vario titoli fondi pubblici comunali per lo svolgimento e l’organizzazione delle loro iniziative.

Potenzieremo l’Ufficio della Trasparenza ove il cittadino possa accedere a qualsiasi documento e ne possa avere copia, nel rispetto della vigente legge sulla privacy, dando piena attuazione a quanto prescrive la legge 33/2013 che prevede l’accesso civico. Saranno rese pubbliche e facilmente accessibili non solo le delibere approvate dal Consiglio ma anche le mozioni e gli ordini del giorno respinti.
Trasmetteremo su internet la diretta streaming non solo del Consiglio Comunale, ma di tutti gli incontri delle Commissioni, con possibilità da parte dei Consiglieri e del pubblico di registrare e divulgare le proprie riprese. Realizzeremo un notiziario/newsletter di zona (sia cartaceo che e-mail) che permetta ai cittadini interessati di essere avvisati per tempo, delle attività comunali (ad es. cantieri) e delle discussioni in corso che riguardano la specifica zona in cui risiedono, vivono, lavorano.
Riorganizzeremo e miglioreremo promozione e diffusione del sito “Lecco Partecipa Click”, che dovrà integrarsi con i canali di comunicazione e social network. Revisioneremo i costi legati al mantenimento della piattaforma.

Lotta a corruzione e criminalità

Siamo convinti che nella complessità dei regolamenti e nella farraginosità delle procedure si nascondano le maggiori “opportunità” di compimento di fatti criminosi legati alla corruzione.
Istituiremo uno sportello che fornisca assistenza e sostegno per gli adempimenti burocratici di cittadini, associazioni e imprese, migliorando l’accessibilità alla macchina burocratica anche attraverso una profonda revisione e semplificazione dei regolamenti comunali di ciascun settore.

Promuoveremo la creazione di un Osservatorio Permanente Antimafia e Anticorruzione, ritenendo che i due fenomeni siano strettamente interconnessi. La criminalità organizzata e la cultura mafiosa attecchiscono dove c’è un terreno fertile ed istituzioni corruttibili.
Proporremo iniziative mirate al fine di contribuire a diffondere la cultura delle legalità partendo dalle scuole.